Rapina all’Ovs: il bandito si č ferito durante il colpo

di Redazione Go Fasano venerdě, 24 agosto 2012 ore 20:21

Indagini serrate da parte dei Carabinieri della compagnia di Fasano

FASANO – E’ durata pochi minuti la rapina messa a segno oggi pomeriggio – qualche minuto prima delle 17 - da un giovane con il volto scoperto ai danni del negozio di abbigliamento Ovs ubicato su Corso Vittorio Emanuele a Fasano.


Il bandito – un giovane con accento barese – ha atteso che le due commesse aprissero il negozio per entrare in azione. Con in mano un taglierino è entrato nell’esercizio commerciale e ha minacciato le due ragazze che lavorano all’interno chiedendo loro di aprire la cassaforte. Le due commesse impaurite hanno aperto il forziere. Nelle concitate fasi di apertura della cassaforte il rapinatore si è anche ferito con il taglierino ad una mano perdendo anche molto sangue. Arraffato il denaro presente nella cassaforte il malvivente è uscito dal negozio ed è scappato, quasi sicuramente a bordo di una moto sulla quale probabilmente c’era ad attenderlo un complice, nel dedalo di stradine del centro storico. Pare che nella fuga, in base anche alle tracce di sangue lasciate nella fuga, il rapinatore abbia imboccato via Latorre e via Brandi per poi far perdere le tracce.


Le due commesse ripresesi dallo shock hanno immediatamente dato l’allarme ai Carabinieri che si  sono portati immediatamente sul posto ed hanno anche disposto una serie di posti blocco per cercare di bloccare il rapinatore, o i rapinatori, in fuga.


Sul luogo della rapina si è anche portato il capitano Gianluca Sirsi, comandante della locale compagnia dell’Arma, che ha coordinato i rilievi e gli accertamenti eseguiti sul posto dagli investigatori dell’Arma. Sono anche intervenuti gli esperti della scientifica dei Carabinieri che hanno repertato le tracce di sangue lasciate dal rapinatore nel negozio.


Il bottino non è stato ancora quantificato, in quanto i movimenti di cassa del negozio Ovs sono centralizzati e dipendono dalla sede centrale di Venezia della Ovs. Non dovrebbe essere comunque ingente, in quanto il negozio aveva riaperto dalle ferie lunedì scorso. Si dovrebbe aggirare intorno ad un paio di migliaia di euro.


Le indagini proseguono a tamburo battente. I carabinieri sono anche alla ricerca di eventuali telecamere di sicurezza presenti nella zona della rapina, che avrebbero potuto immortalare il rapinatore.



Tempo stimato di lettura: 1’

 

 

 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perché tra gli artisti intervenuti in particolare mi č simpatico Piero Ciakky? soprattutto perché ha fatto esperienza nel settore dell’animazione...

    Mostra articolo